Ricerca nel sito


Articoli

Disturbo Distimico

Il disturbo distimico rappresenta una condizione di depressione non grave ma prolungata e si definisce per la presenza, quasi tutti i giorni, per almeno due anni di umore depresso e almeno altri due sintomi tra scarso appetito o iperfagia, insonnia o ipersonnia, scarsa energia o astenia, difficoltà a concentrarsi o a prendere decisioni, sentimenti di disperazione.

Le persone affette da disturbo distimico sono quindi cronicamente depresse, si sentono spesso giù di corda e traggono scarso piacere dalle abituali attività e passatempi. È come se le persone affette da distimia presentassero una soglia più bassa per la tristezza e peri il cattivo umore. Queste persone provano facilmente sconforto a fronte di sollecitazioni anche minime o in modo comunque sproporzionato all’accaduto, tendono al pessimismo e hanno difficoltà a godere di stimoli piacevoli.

Il trattamento più efficace per questo tipo di disturbo sembra essere una combinazione di terapia farmacologica e psicoterapia cognitivo comportamentale, quest’ultima ha l’obiettivo di aiutare il paziente a sperimentare nuove modalità di pensiero e di comportamento per sostituire le erronee attitudini negative verso se stessi e gli altri.

Perseguitati dai dubbi

Di tutte le cose sicure la più certa è il dubbio, così diceva Bertolt Brecht e se questo è vero per tutti noi lo è ancor di più per chi soffre di Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC). Queste persone, costantemente attanagliate dall’incertezza e da una scarsa fiducia nella propria memoria si domandano più volte al giorno se hanno chiuso la macchina, se hanno spento il gas, se hanno mandato quella mail importante ecc…

Leggi tutto l'articolo

Disturbo bipolare e soppressione del pensiero

La maggior parte delle teorie cognitive pongono alla base dei disturbi dell’umore la presenza di scemi cognitivi negativi attraverso cui le persone interpretano e attribuiscono significati agli eventi.

Secondo Wenzlaff e Bates in soggetti con depressione maggiore tali schemi negativi, caratteristici delle fasi depressive, vengono soppressi attivamente...

Leggi tutto l'articolo

Sopravvivere al senso di colpa

Il senso di colpa è emozione che proviamo quando sentiamo di aver violato regole che riteniamo importanti o quando non siamo stati all'altezza di standard che ci eravamo prefissati. Ci sentiamo in colpa se pensiamo di aver sbagliato o che avremmo potuto e dovuto fare meglio.

Alcune persone tendono a sentirsi in colpa troppo spesso...

Dove ricevo


La dr.ssa Sabrina Cattaneo riceve su appuntamento presso il suo studio in Viale Rimembranze 62, 21047 Saronno. 

 

 

Contatti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel. 3381307198

 

 

 

Vai alla mappa


Joomla Templates by Joomla51.com