Ricerca nel sito


Articoli

Collezionisti patologici

Disturbo da Accumulo Patologico (hoarding behaviour) così viene definito il problema psicologico caratterizzato da difficoltà e disagio a disfarsi dei propri beni nonché dalla tendenza a d acquistare e conservare un gran numero di oggetti apparentemente inutili o di scarso valore economico. Una delle peculiarità di questo problema piuttosto invalidante  l’ingombro che ne deriva negli spazi abitativi tale da impedire l'espletamento di normali attività quotidiane come cucinare, mangiare a tavola o dormire nel proprio letto.

Attualmente il comportamento di accumulo è considerato dal Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-IV-TR; American Psychiatric Association, 2000) uno dei sintomi del Disturbo Ossessivo-Compulsivo di Personalità. Molti ricercatori hanno da tempo suggerito che il disturbo da accumulo possa rappresentare un'entità diagnostica separata, tanto che nella nuove edizione del DSM sarà probabilmente presente come disturbo a se stante.

Ecco di seguito i principali criteri del Disturbo da Accumulo Patologico proposti per il DSM-V.

 

A. Persistente difficolta a disfarsi o a separarsi dai propri beni, indipendentemente dal valore che gli altri attribuiscono ad essi.

B. Questa difficolta e dovuta al forte impulso a conservare gli oggetti e/o al disagio associato al buttarli via.

C. I sintomi determinano l'accumulo di un gran numero di cose, che finiscono col riempire e ingombrare le aree vivibili delta propria abitazione o del proprio posto di lavoro, al punto tale da precluderne l'utilizzo abituale. Se tutti gli spazi vivibili sono sgombri, è solamente grazie all'intervento di terzi (ad esempio, membri della famiglia, addetti alle pulizie, autorità).

D. I sintomi causano disagio clinicamente significativo o compromissione nel funzionamento sociale, lavorativo o in altre aree importanti del funzionamento (incluso il mantenimento di un ambiente sicuro per sè e per gli altri).

Perseguitati dai dubbi

Di tutte le cose sicure la più certa è il dubbio, così diceva Bertolt Brecht e se questo è vero per tutti noi lo è ancor di più per chi soffre di Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC). Queste persone, costantemente attanagliate dall’incertezza e da una scarsa fiducia nella propria memoria si domandano più volte al giorno se hanno chiuso la macchina, se hanno spento il gas, se hanno mandato quella mail importante ecc…

Leggi tutto l'articolo

Disturbo bipolare e soppressione del pensiero

La maggior parte delle teorie cognitive pongono alla base dei disturbi dell’umore la presenza di scemi cognitivi negativi attraverso cui le persone interpretano e attribuiscono significati agli eventi.

Secondo Wenzlaff e Bates in soggetti con depressione maggiore tali schemi negativi, caratteristici delle fasi depressive, vengono soppressi attivamente...

Leggi tutto l'articolo

Sopravvivere al senso di colpa

Il senso di colpa è emozione che proviamo quando sentiamo di aver violato regole che riteniamo importanti o quando non siamo stati all'altezza di standard che ci eravamo prefissati. Ci sentiamo in colpa se pensiamo di aver sbagliato o che avremmo potuto e dovuto fare meglio.

Alcune persone tendono a sentirsi in colpa troppo spesso...

Dove ricevo


La dr.ssa Sabrina Cattaneo riceve su appuntamento presso il suo studio in Viale Rimembranze 62, 21047 Saronno. 

 

 

Contatti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel. 3381307198

 

 

 

Vai alla mappa


Joomla Templates by Joomla51.com