Ricerca nel sito


Articoli

Il Disturbo d'Ansia Generalizzato

Il disturbo d’ansia generalizzato è caratterizzato da uno stato ansioso continuo e pervasivo, la persona è irrequieta, insicura, indecisa e preoccupata per la maggior parte del tempo durante la sua giornata.  Ogni difficoltà o evento della vita è vissuto con apprensione spesso in una prospettiva catastrofica.

Spesso questo disturbo porta nel tempo somatizzazioni quali soprattutto cefalee o disturbi gastrointestinali.

Fattori cognitivi

Tra i principali fattori cognitivi sottostanti il DAG sicuramente il rimuginio riveste un ruolo di prim’ordine, esso rappresenta un fenomeno mentale che si accompagna all’ansia e contribuisce al suo mantenimento e aggravamento. Il rimuginio è descritto come una serie di pensieri negativi che si susseguono nelle mente, sottoforma per lo più di dialogo con se stessi, e che riguardano possibili minacce future.

Inoltre i soggetti che soffrono di DAG riferiscono una sensazione soggettiva di scarso controllo sulle proprie preoccupazioni e questo è fonte di ulteriore ansia poiché temono che se non dovessero riuscire a smettere di preoccuparsi potrebbero impazzire. Tuttavia vi sono anche una serie di credenze positive sul rimuginio per cui, ad esempio, alcuni ritengono che preoccupandosi in continuazione potranno prevenire meglio i pericoli o essere più preparati al loro arrivo.

Trattamento

I metodi cognitivo-comportamentali si sono in maggioranza basati sulla messa in discussione dei pensieri negativi del paziente in merito a minacce potenziali e alla possibilità di perdere il controllo. Tra le tecniche maggiormente utilizzate nel trattamento vi sono l'addestramento a identificare gli indizi d'ansia, il training al rilassamento, e strategie per contrastare i pensieri negativi.

Perseguitati dai dubbi

Di tutte le cose sicure la più certa è il dubbio, così diceva Bertolt Brecht e se questo è vero per tutti noi lo è ancor di più per chi soffre di Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC). Queste persone, costantemente attanagliate dall’incertezza e da una scarsa fiducia nella propria memoria si domandano più volte al giorno se hanno chiuso la macchina, se hanno spento il gas, se hanno mandato quella mail importante ecc…

Leggi tutto l'articolo

Disturbo bipolare e soppressione del pensiero

La maggior parte delle teorie cognitive pongono alla base dei disturbi dell’umore la presenza di scemi cognitivi negativi attraverso cui le persone interpretano e attribuiscono significati agli eventi.

Secondo Wenzlaff e Bates in soggetti con depressione maggiore tali schemi negativi, caratteristici delle fasi depressive, vengono soppressi attivamente...

Leggi tutto l'articolo

Sopravvivere al senso di colpa

Il senso di colpa è emozione che proviamo quando sentiamo di aver violato regole che riteniamo importanti o quando non siamo stati all'altezza di standard che ci eravamo prefissati. Ci sentiamo in colpa se pensiamo di aver sbagliato o che avremmo potuto e dovuto fare meglio.

Alcune persone tendono a sentirsi in colpa troppo spesso...

Dove ricevo


La dr.ssa Sabrina Cattaneo riceve su appuntamento presso il suo studio in Viale Rimembranze 62, 21047 Saronno. 

 

 

Contatti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel. 3381307198

 

 

 

Vai alla mappa


Joomla Templates by Joomla51.com